onicomicosi, onicodistrofia, salute, benessere

Onicodistrofia e onicomicosi – Ecco le differenze

Salve a tutti, oggi vorrei sensibilizzarvi su un tema di cui non molti blogger parlano su internet che riguarda non solo l’aspetto estetico ma anche la salute delle persone: ritengo sia importante fare informazione su determinati argomenti perché riguardano molte più persone di quanto non si creda.

L’onicodistrofia che cos’è?

Nel mondo medico con il suddetto termine viene indicata una distrofia dell’unghia, (Onico dal greco ónyx ónychos significa unghia), pertanto quando ci si riferisce all’onicodistrofia stiamo parlando di distrofia dell’unghia.

L’onicodistrofia essenzialmente si manifesta con il cambiamento morfologico dell’unghia, e la si può riscontrare sia in quelle della mano sia in quelle del piede ma generalmente è più probabile che si manifesti sul pollice o sull’alluce.

La prima causa che mi preme evidenziare nella comparsa di questa “patologia” è quella traumatica, magari a causa di urti che danneggiano le unghie o per sollecitazioni causate dall’attività sportiva: questo facilita l’insorgenza dell’onicodistrofia. Le unghie affette risulteranno frastagliate e ondulate, e come logica conseguenza si romperanno e scheggeranno più facilmente. Anche il colore diventa malsano e tendente al grigio o al giallo.

L’onicodistrofia ungueale, può essere anche causata da un apporto scarso di minerali e ferro, che concorrono allo stato di salute generale dell’unghia. All’origine di un’unghia affetta da onicodistrofia, può esserci anche una problematica come l’onicopsoriasi.

 

Quali sono le differenze con l’onicomicosi?

Con il termine micosi viene indicata una condizione in cui dei funghi patogeni superano la resistenza delle pareti del corpo umano provocando infezioni. Con onicomicosi ci si riferisce dunque ad un’infezione dell’unghia.

L’onicomicosi è provocata da funghi dermatofiti che intaccano la cheratina (ovvero il materiale di cui la parete dell’unghia è composta), andando così a provocare un’infezione nell’area compromessa che tende ad estendersi fino alla definitiva caduta dell’unghia nei casi peggiori.

I problemi derivanti dall’onicomicosi non sono esclusivamente di natura estetica: sull’unghia compariranno delle macchie e ci sarà un ingiallimento progressivo dell’area infetta, ma l’infezione causa dolore e nei casi più gravi la caduta dell’unghia.

L’onicomicosi può essere curata ma è una patologia che può avere frequenti recidive e bisogna intervenire tempestivamente con un farmaco per evitare anche che il contagio si estenda alle altre unghie.




CORRADO FIRERA
Follow me

CORRADO FIRERA

Ciao, sono Corrado Firera, imprenditore digitale e blogger Italiano. Ho fondato questo sito web nel 2017, da allora scrivo articoli di moda e lifestyle all'interno di esso. Per avere informazioni aggiuntive su di me o sul sito, vai direttamente nella sezione "chi sono". Buona continuazione!!
CORRADO FIRERA
Follow me

Rispondi

Close